Seminario: Il lavoro sull’Ombra

SABATO 11 NOVEMBRE

Via Flaminia, 109 – Roma

PRENOTAZIONI E INFO: info@centromeditazioneroma.it


• Il workshop
L’Ombra è l’energia “bloccata” che nasce dalle nostre ferite emotive non ancora guarite. Se non ce ne prendiamo cura, questa energia può trasformarsi nel cancro del risentimento, della rabbia, dell’odio o in un bisogno di vendetta che ci spinge a ferire gli altri. Oppure può implodere nella depressione o divenire autodistruttiva. La nostra Ombra risuona spesso con le Ombre degli altri, tanto da attrarre persone con le stesse vibrazioni. Non solo, ma possiamo anche “attrarre” circostanze sfavorevoli come incidenti o perdite che ci obblighino ad affrontare la nostra Ombra. Gli insegnamenti del Satipatthana possono aiutarci a prenderci cura con saggezza della nostra Ombra.
Durante il workshop, il Ven. Sangharakkita introdurrà brevemente l’origine dell’energia dell’Ombra, quindi tratterà i modi con cui ci difendiamo da essa (evitamento, indulgenza e proiezione). Introdurrà la via del Satipatthana e guiderà delle sessioni pratico-teoriche per dissolvere le energie “bloccate” che nascono dalle cinque ferite emotive fondamentali (tradimento, ingiustizia, umiliazione, rifiuto e abbandono). Il workshop terminerà con una seduta di rilassamento profondo (kayagatasati)
Per maggiori informazioni sul Ven. Sangharakkita e il suo lavoro, si può consultare il sito www.mindingshadows.com

• Programma della giornata

9,00-9,30: Arrivo e accoglienza
9,30 – 11,00: Inizio del lavori
11,00 – Offerta del cibo al Ven. Sangharakkita, a cui seguirà il pasto condiviso.
13,30 – Ripresa dei lavori
17,30 – Chiusura e saluti

è previsto un pasto condiviso, preferibilmente vegetariano (senza carne o pesce), per cui i partecipanti sono invitati a preparare qualcosa da offrire. Il pasto prevederà inoltre l’offerta del cibo al Ven. Sangharakkita, che per rispettare le regole del Vinaya dovrà consumare il pasto prima di mezzogiorno.
Si consiglia di portare con se un piatto, un bicchiere e delle posate per limitare l’uso di stoviglie di plastica (eviteremo così di produrre tropi rifiuti).
L’insegnamento del Dhamma secondo la tradizione buddhista non ha prezzo ed è offerto liberamente. A fine workshop, potremo esprimere la nostra gratitudine e generosità con una donazione per l’insegnante e per coprire i costi di organizzazione.
OFFERTA SUGGERITA E’ DI ALMENO 20 EURO.

• L’insegnante
Ven. Bikkhu Sangharakkita è un monaco buddhista Theravada ruandese della Tradizione della Foresta, nel lignaggio di Ajahn Mun e Ajahn Chan. La sua scuola di appartenenza è conosciuta come Galduwa, ed enfatizza l’adesione al codice Monastico (Vinaya) a cui aggiunge le pratiche degli insegnanti birmani Pa auk e Mahansi. Nel suo training monastico ha approfondito la pratica inensiva del Satipatthana, lo studio delle Scritture (Sutta Tripitaka) e dell’Abhidhamma.
Il Ven. Sangharakkita è stato ordinato novizio nel 2015 presso l’Ironwood Grove Forest Hermitage (Na Uyana Aranya Senasanya) nella regione rurale nel Kurunegala, in Sri Lanka. Ha poi ricevuto l’ordinazione maggiore nel 2016 a Entebbe, in Uganda.
Prima di essere ordinato monaco ha condotto diversi seminari sulla mindfulness come strumento per guarire i traumi di guerra, e per favorire il perdono e la riconciliazione. Oltre a insegnare il Dhamma, si dedica anche all’istruzione dei praticanti nelle tecniche di mediatzione Samatha-Vipassana.
Recentemente, ha condotto seminari sullo Shadow Work (il Lavoro sull’Ombra) e mindfulness all’Università di Kisubi e al Colombo’s Jesuits’ Centre in Sri Lanka. È inoltre autore di diversi libri sul perdono e la pratica della consapevolezza.
È un membro del KAICIID (King Abdullah bin Abdulaziz International Centre for Interreligious and Intercultural Dialogue), un’orgnazizzazione per il dialogo interreligioso con sede a Vienna.