Vipassana, l’esperienza di Fulvia

vipassana - centro meditazione roma

Prima di incontrare la vipassana, mi ero resa conto che se volevo intraprendere la strada del raggiungimento dell’equanimità, c’era qualcosa che dovevo strutturalmente modificare nella mia vita.

La meditazione vipassana mi pone lucidamente di fronte a ciò che mi provoca sofferenza nelle mie abitudini. Con chiarezza individuo e osservo cosa, in quanto mi provoca sofferenza, vada inevitabilmente modificato o eliminato dalla mia giornata, dunque dalla mia vita, perché io possa stare (e fare) bene.

E, continuando costante nella pratica meditativa, il “semplice” osservare – e poi circoscrivere – ciò che devo cambiare o eliminare fa maturare in me la consapevolezza. Si radica in me la spinta ad operare quei cambiamenti. La avverto come una spinta naturale e, a piccoli passi e con uno sforzo sempre minore, la metto in pratica di volta in volta nelle mie giornate.

[Fulvia pratica presso il nostro centro da novembre 2014]

Lascia un commento